Archive by Author
olma_admin
Olma_admin

MANUALE SEMIADSS

In allegato il manuale per la registrazione al portale https://www.semiadss.it. Clicca qui per scaricare il manuale

Posted By olma_admin - 0Comments
WORKSHOP CONCLUSIVO SUL PSR OLMA

Workshop conclusivo PIF 16/2015 – P.S.R. OL.MA. – 28 settembre 2018   E’ stato un successo il lavoro svolto nell’ambito del progetto “SEMIA”, PIF 16/2015, PSR 2014‐2020 della Regione Toscana, con a capofila il Collegio Toscano degli Olivicoltori OL.MA. Sac. Alta la partecipazione all’evento conclusivo che si è svolto nella sala riunione dei locali del Collegio Toscano degli Olivicoltori il giorno 28 settembre. “Unire il mondo della Ricerca Accademica a quello degli Imprenditori Agricoli è di grande importanza!” – ha affermato il Presidente Neri – “Con l’aiuto della Ricerca possiamo ottenere dei risultati migliori nel settore dell’olivicoltura. La Cooperativa ha da sempre cercato di fare da tramite fra le Università e il mondo agricolo.” Il portale per visualizzare i risultati della ricerca è https://www.semiadss.it, ricordiamo che la registrazione al sito internet è completamente gratuita. Ricordiamo il programma degli interventi che si sono svolti: . APERTURA DEI LAVORI DA PARTE DEL PRESIDENTE MASSIMO NERI IL PROGETTO SEMIA, INTERVENTO A CURA DEL PROF. ANDREA VANNINI COSTITUZIONE DI UNA RETE TERRITORIALE DI RACCOLTA DATI SUI PARASSITI DELL'OLIVO; ATTIVITA’ E PROTOCOLLI DI MONITORAGGIO PER L’OCCHIO DI PAVONE E LE MALATTIE DEL FRUTTO, INTERVENTO A CURA DEL DOTT. ROBERTO REDA NUOVI MODELLI PREVISIONALI PER OCCHIO DI PAVONE E MALATTIE DEL FRUTTO, INTERVENTO A CURA DEL DOTT. SIMONE PESOLILLO MONITORAGGIO DELLA MOSCA DELL'OLIVO E MODELLISTICA, INTERVENTO A CURA DEL DOTT. RUGGERO PETACCHI NUOVE TECNOLOGIE DI RACCOLTA E GESTIONE DATI AGRO-METEO, OPERATIVITA’ DEL SITO HTTPS://WWW.SEMIADSS.IT PER LA GESTIONE DEI DATI DI CAMPO IN OLIVICOLTURA, INTERVENTO A CURA DEL DOTT. CLAUDIO BELLI INDIRIZZI PER LA VALUTAZIONE DELLA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE ED ECONOMICA, INTERVENTO A CURA DELLA DOTT.SSA ROBERTA LIBRIANI INNOVAZIONE NELLA MECCANIZZAZIONE E ‘BEST PRACTICES’ AGRONOMICHE E IDRICHE NUOVE TECNOLOGIE DI TRATTAMENTO A RATEO VARIABILE BIODIVERSITÀ DEL GERMOPLASMA OLIVICOLO TOSCANO, INTERVENTO A CURA DEL CNR IVALSA VALUTAZIONE NON DISTRUTTIVA DELLA QU Continue Reading...

Posted By olma_admin - 0Comments
CONSUMI, UNAPROL: “PIU’ SPAZIO SUGLI SCAFFALI A OLIO EVO E’ SEGNALE POSITIVO DA COGLIERE”

L'olio EVO 100% italiano conquista spazi importanti sugli scaffali della Grande distribuzione organizzata. E’ quanto emerge da una ricerca di mercato realizzata da Ismea che dimostra come, negli ultimi dieci anni, lo spazio dedicato all’olio extra vergine sia esattamente raddoppiato passando dal 13,3% al 26,6%. In crescita anche l’attenzione per DOP e IGP che salgono dal 10,6% al 12,9%, ma aumentano le difficoltà dei consumatori per identificare le differenze tra tipologie di prodotti e conseguentemente il tempo trascorso davanti allo scaffale: il 59% resta da 2 a 5 minuti, rispetto al 33,8% del 2008. “Sono dati positivi, ma c’è ancora tanto lavoro da fare sotto il profilo culturale e sul consumo consapevole. La strada della qualità e della distintività è stata intrapresa ed è l’unica possibile per essere competitivi e vincenti sui mercati internazionali - spiega David Granieri, presidente di Unaprol – Dobbiamo impegnarci anche affinché lo strumento di tutela dell'origine, valorizzazione e legame con il territorio diventi sempre più il modello di riferimento della politica agricola UE. Il maggior tempo impiegato per la scelta, invece, può essere imputabile al crescente utilizzo dell’olio EVO come prodotto civetta e soprattutto alla mancanza di trasparenza in etichetta, una battaglia che portiamo avanti da anni per tutelare la salute. I consumatori vogliono saperne di più, è necessario quindi migliorare la comunicazione/informazione in tutti i suoi aspetti”.

Posted By olma_admin - 0Comments
ACCORDO DI FILIERA PER DIFENDERE LA QUALITA’ ITALIANA

“L’accordo di filiera per l’olio italiano, sottoscritto da Coldiretti, Unaprol, Federolio e Fai (Filiera Agricola Italiana), mira a valorizzare la distintività, assicurare la giusta distribuzione del valore tra le parti, garantire la stabilità del mercato e ricostruire un’identità del sistema Paese. Presupposto fondamentale è l’italianità al 100% su cui ruota tutto il contratto che dà la giusta importanza alla qualità, premiata con specifiche maggiorazioni che variano da 0,30 a 0,60 euro sulla base di parametri legati alla sostenibilità. Si tratta quindi di incentivi significativi per gli olivicoltori, a partire da subito e in vista della campagna olearia 2018-2019 che si preannuncia molto complessa a causa dalle gelate di febbraio, per le quali abbiamo già chiesto il ristoro dei danni al Mipaaf. Di fronte abbiamo la Spagna che dichiara 2 milioni di tonnellate da vendere sul mercato, l’olio tunisino a dazio zero pronto a invadere l’Italia a prezzi bassissimi e multinazionali che espropriano di ricchezza il nostro Paese fingendo di mantenere una parvenza di italianità, presente ormai solo nel marchio. E’ chiaro che in una situazione del genere, con un settore in grande difficoltà e la perdita di quote di mercato, sia necessario provare a costruire un nuovo modello scommettendo sulla filiera”. - Lo comunica in una nota David Granieri, presidente di Unaprol.

Posted By olma_admin - 0Comments

Unaprol, insieme ad AIFO, ha promosso un grande progetto di filiera, tutta agricola e tutta italiana, affinché l'olio extra vergine di oliva italiano rappresenti davvero l'eccellenza del made in Italy nel mondo.

Loc. Il Madonnino, 3 58100 Montepescali Scalo (GR) - ITALIA

TEL. 0564.329090 - FAX 0564329377

Mail: info@opolma.com

Contatti - Privacy - Cookies